Recensione di Lino Lazzari

[...] Preciso il suo disegno, ben equilibrata l'impostazione cromatica, altrettanto ben rispettate le armonie totali. Ne vengono dei dipinti "freschi" come si usa dire, e di immediata comunicabilità. [...] E' in tali opere che egli riesce a rendersi portatore di un "messaggio" che vale la pena meditare mentre ci si sofferma ad osservare la bellezza estetica del dipinto stesso. Non una raffigurazione pura e semplice, quindi, di un fatto reale, bensì il significato che tale fatto racchiude in sé e che Pierino da Treviolo con indubbia capacità sa presentare.